Blues in TOWN 2012

2012

Il Blues in Town arriva alla sua nona edizione:  un crescendo di successi, di qualità e divertimento per la kermesse internazionale di musica blues. Grandi novità nel 2012: una location nuova, non più la storica Piazza Segni, bensì il lungomare di Policoro. Il cambio di location ha voluto promuovere e riqualificare il “nostro azzurro” mare dando vita ad una parte di Città. Sempre presenti gli eventi collaterali: seminari gratuiti di 8 strumenti,  jam session, concorso fotografico “Uno scatto di blues” e workshop con artisti internazionali. Ma l’offerta artistica si è arricchita anche di nuove offerte culturali, “Cinema Blues”… una rassegna cinematografica dedicata al blues e alle sue contaminazioni.

6 agosto

The Blues Machine

Policoro. Venti anni fa. Era il 1992. In una calda serata di giugno, un gruppo di amici innamorati della musica decidevano di fare una jam session in un locale della città. Di li a poco, la band diventava un must: 15 elementi sul palco per concerti travolgenti. Il percorso naturale della vita, ahimè ha deciso lo scioglimento della band, ormai diventato fenomeno di aggregazione. A riunire e a celebrare quella generazione di musicisti, dopo 20 anni, è il nostro festival. Quella stessa generazione che ha sognato, progettato e contribuito a realizzare il più importante festival blues del sud: Blues in Town!

7 agosto

Texas Slim & Vivian Vance Kelly

Nato e cresciuto a Dallas – Texas, Texas Slim da giovanissimo ha incontrato e suonato con il grande Alex Moore e più tardi con Little Joe Blue. Oltre ai propri dischi Slim ha registrato e girato in tour con: Cold Blue Steel, Randy McAllister, Foamy (New Bohemians) e si è esibito sul palco dell’ “House of Blues”. Grande chitarrista, dallo stile inconfondibile.

Figlia del grande Vance “Guitar” Kelly, Vivian Vance Kelly inizia la sua carriera come cantante all’età di soli 4 anni. Premiata come miglior artista femminile nel 1999 ai “Chicago Blues Awards”, oggi Vivian Vance Kelly è un’affermata “blues singer” capace di scaldare gli animi con la potenza d ella sua voce.

8 agosto

Brian Templeton

“Brian è un cantante, un armonicista ed è un compositore “da paura”, oltre che un performer eccezionale”. Queste le parole di Sugar Ray, per definire Brian Templeton. Artista dalla voce potente e dalla grande presenza scenica…”con la sua voce imbevuta di soul fino al midollo, si muove attraverso diversi stili con incredibile felicità. Templeton canta e scrive canzoni di prima categoria, imbevute di passione” Steve Morse, The Boston Globe.

9 agosto

Eric Guitar Davis

Figlio di Bobby Davis, all’età di 5 anni Eric Guitar Davis inizia a seguire le orme di suo padre come batterista. Ha suonato con i più grandi della scena del blues come: Jr. Well, Lefty Dizz, Buddy Guy, BB King, BB Odom, Tyrone Davis e molti altri. Un giorno, mentre Eric “Drammer” Davis si trovava al leggendario “Lounge Checkerboard” (storico locale di Buddy Guy) chiese ad un bluesman locale “Flash”, di insegnargli a suonare il basso. Buddy Guy ascoltando la conversazione dietro il bancone, si rivolse ad Eric dicendogli che: “al fine di conquistare tutte le ragazze, devi suonare questa” e consegnò ad Eric una sua vecchia chitarra Fender con cui Eric ha eseguito il suo primo accordo…e da allora divenne Eric “Guitar” Davis.

10 agosto

Giuliano Palma & The BlueBeaters

Era il 1987 e Giuliano Palma era la voce melodica dei Casino Royale! Nel 1999, nonostante una vita passata insieme, Giuliano sceglie la carriera da solista. Così nascono i BlueBeaters, una live band formata da amici appassionati di ska, rock steady e reggae giamaicano e soul americano. Il nome che si scelgono è un omaggio alla musica giamaicana degli anni ’60, la “bluebeat”.